giovedì 19 ottobre 2017

I MESSAGGI DELLA REGINA DELLA PACE - 227


Vi invito ad avvicinarvi a Dio 
tramite la preghiera, 
perché solo Lui 
è la vostra pace 
e il vostro Salvatore.

(25 settembre 1993)

mercoledì 11 ottobre 2017

POSIZIONE UFFICIALE DELLA CHIESA CATTOLICA SU MEDJUGORJE


DICHIARAZIONE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE
DELL’EX JUGOSLAVIA
A PROPOSITO DI MEDJUGORJE


Zara, 10 aprile 1991

“Sulla base delle ricerche sin qui compiute
non è possibile affermare
che si tratta di apparizioni e fenomeni soprannaturali.

Tuttavia, i numerosi credenti che arrivano a Medjugorje
provenienti da vali luoghi
e spinti da motivi religiosi e di altro genere
hanno bisogno dell’attenzione e della cura pastorale
innanzitutto del vescovo della diocesi
e poi anche di altri vescovi
così che a Medjugorje e con Medjugorje
si possa promuovere una sana devozione
verso la Beata Vergine Maria,
in armonia con l'insegnamento della Chiesa.

A tal fine i vescovi forniranno adeguate indicazioni
liturgico-pastorali
e tramite la commissione continueranno a seguire
e a far luce sugli avvenimenti di Medjugorje”.

POSIZIONE UFFICIALE
DELLA CHIESA CATTOLICA SU MEDJUGORJE
secondo quanto ha affermato
Sua Eminenza il Card. Tarcisio Bertone,
Segretario di Stato,
nel libro "L'ultima veggente di Fatima"
- Ed Rai-Rizzoli 2007 - pag 103-107,
con prefazione di Sua Santità Benedetto XVI:

“Le dichiarazioni del vescovo di Mostar
riflettono un’opinione personale,
non sono un giudizio definitivo e ufficiale della Chiesa.
Tutto è rinviato alla dichiarazione di Zara
dei vescovi della ex Jugolavia del 10 Aprile 1991,
che lascia la porta aperta a future indagini.

La verifica deve, perciò, andare avanti.

Nel frattempo sono permessi i pellegrinaggi privati
con un accompagnamento pastorale dei fedeli.

Infine, tutti i pellegrini cattolici
possono recarsi a Medjugorje,
luogo di culto mariano,
dove è possibile esprimersi con tutte le forme devozionali”.

lunedì 2 ottobre 2017

MESSAGGIO DEL 2 OTTOBRE 2017


Cari figli, io vi parlo come Madre: 
con parole semplici, 
ma colme di tanto amore e sollecitudine
 per i miei figli, 
che per mezzo di mio Figlio 
sono affidati a me.

Mio Figlio invece, che viene dall’eterno presente, 
lui vi parla con parole di Vita 
e semina amore nei cuori aperti. 

Perciò vi prego, apostoli del mio amore: 
abbiate cuori aperti, 
sempre disposti alla misericordia e al perdono!

Perdonate sempre il prossimo 
secondo mio Figlio, 
perché così la pace sarà in voi!

Figli miei, preoccupatevi della vostra anima, 
perché essa è l’unica realtà 
che vi appartiene davvero!

State dimenticando l’importanza della famiglia.

La famiglia non dovrebbe essere luogo 
di sofferenza e dolore, 
ma luogo di comprensione e tenerezza. 

Le famiglie che cercano di vivere
secondo mio Figlio 
vivono nell’amore reciproco. 

Fin da quando era ancora piccolo, 
mio Figlio mi diceva che tutti gli uomini 
sono per lui dei fratelli. 
Perciò ricordate, apostoli del mio amore,
che tutte le persone che incontrate 
sono per voi la vostra famiglia, 
dei fratelli secondo mio Figlio. 

Figli miei, non perdete tempo 
pensando al futuro e preoccupandovi!
La vostra unica preoccupazione 
sia come vivere bene ogni istante 
secondo mio Figlio, 
ed ecco la pace! 

Figli miei, non dovete mai dimenticare 
di pregare per i vostri Pastori! 
Pregate affinché possano accogliere
tutti gli uomini come loro figli
in modo che, secondo mio Figlio, 
siano per loro dei padri spirituali.

Vi ringrazio.

lunedì 25 settembre 2017

MESSAGGIO DEL 25 SETTEMBRE 2017


Cari figli, 
oggi vi invito ad essere generosi 
nella rinuncia, nel digiuno e nella preghiera 
per tutti coloro che sono nella prova
e sono vostri fratelli e sorelle. 

In modo particolare vi chiedo di pregare 
per i Sacerdoti e tutti i consacrati
affinché con più ardore amino Gesù, 
affinché lo Spirito Santo riempia i loro cuori
con la gioia, 
affinché testimonino il Cielo 
e i misteri celesti. 

Molte anime sono nel peccato 
perché non ci sono coloro che si sacrificano
e pregano per la loro conversione. 

Io sono con voi 
e prego per voi 
perché i vostri cuori 
siano riempiti di gioia.

Grazie 
per aver risposto 
alla mia chiamata.

sabato 2 settembre 2017

MESSAGGIO DEL 2 SETTEMBRE 2017

Cari figli
chi potrebbe parlarvi meglio di me 
dell’amore e del dolore di mio Figlio? 
Ho vissuto con Lui, 
ho patito con Lui. 

Vivendo la vita terrena, 
ho provato il dolore, 
perché ero una madre. 

Mio Figlio amava i progetti 
e le opere del Padre Celeste, 
il vero Dio; 
e, come mi diceva, 
era venuto per redimervi.

Io nascondevo il mio dolore 
per mezzo dell’amore.

Invece voi, figli miei, 
voi avete diverse domande: 
non comprendete il dolore, 
non comprendete che, 
per mezzo dell’amore di Dio, 
dovete accettare il dolore e sopportarlo. 

Ogni essere umano, 
in maggior o minor misura, 
ne farà esperienza. 

Ma, con la pace nell’anima 
e in stato di grazia, 
una speranza esiste: 
è mio Figlio, 
Dio generato da Dio. 

Le sue parole sono il seme 
della vita eterna: 
seminate nelle anime buone, 
esse portano diversi frutti. 

Mio Figlio ha portato il dolore 
perché ha preso su di sé 
i vostri peccati.

Perciò voi, figli miei, 
apostoli del mio amore,
voi che soffrite:
sappiate che i vostri dolori 
diverranno luce e gloria. 

Figli miei, mentre patite un dolore, 
mentre soffrite, 
il Cielo entra in voi,
e voi date a tutti attorno a voi
 un po’ di Cielo e molta speranza.

Vi ringrazio.

venerdì 25 agosto 2017

MESSAGGIO DEL 25 AGOSTO 2017


Cari figli, oggi vi invito
ad essere uomini di preghiera. 

Pregate, 
fino a quando la preghiera
diventi per voi 
gioia e incontro con l’Altissimo!

Lui trasformerà il vostro cuore
e voi diventerete uomini 
d’amore e di pace. 

Figlioli, non dimenticate che Satana è forte
e vuole distogliervi dalla preghiera!

Non dimenticate 
che la preghiera è la chiave segreta
dell’incontro con Dio! 

Per questo sono con voi, 
per guidarvi. 

Non desistete dalla preghiera!

Grazie 
per aver risposto 
alla mia chiamata.

lunedì 7 agosto 2017

I MESSAGGI DELLA REGINA DELLA PACE - 226


Cari figlioli, 
desidero che voi 
siate figli della luce 
e non delle tenebre.

(25 agosto 1993)